giovedì 24 maggio 2012

Focaccia con olive & lavanda


Questa domenica ero a una grigliata per cena, così nel pomeriggio… impasta di qua, impasta di là, firulì firulà… spennella un po’ qui, palpeggia lì trallero trallalì…
Mi sembrava brutto presentarmi a mani vuote e scegliere un dolce da abbinare al porco è più difficile di quanto sembri! Questa focacciona è semplicissima ma con quel-non-so-ché dato dalla lavanda, ed è proprio buona buona buona, talmente buona che, lo ammetto, non sono riuscita a portarla intera alla famigerata grigliata, ma ho cercato di dissimulare portandola già tagliata a tranci :P provatela!

Per una teglia:
400g farina 00
1 tazza e 2/3 d’acqua tiepida
½ cubetto lievito fresco (in originale: una bustina di lievito di birra secco)
150g olive kalamata snocciolate e tagliate a pezzi
7 cucchiai di olio EVO
1 cucchiaio e ½ di fiori di lavanda secchi
1 cucchiaino di miele
1 spicchio d’aglio
Sale

In una piccola ciotola mescolare il miele con mezza tazza d’acqua tiepida. Scioglierci il lievito e far riposare per 5-8’, finché si forma una schiuma in superficie. In un'altra ciotola versare la farina, aggiungere il lievito-miele, 4 cucchiai di olio e acqua qb per ottenere un composto morbido ma non colloso. Mescolare e impastare per 10’. Quindi aggiungere ½ cucchiaino di sale fino (in originale 2 cucchiaini, ma il mio commento, al solito è: siam pazzi?!?), metà delle olive e mezzo cucchiaio di fiorellini di lavanda. Impastare bene, coprire con un panno e far riposare per 30-60’, finché l’impasto è cresciuto almeno del 50%. Stendere l’impasto su una teglia unta, senza sgonfiarlo, e lasciarlo lievitare per un’altra oretta. Nel frattempo mescolare in una ciotolina il restante olio, l’aglio tritato, la lavanda e le olive rimaste.
Fare delle fossette sulla superficie della focaccia, spennellarla con un cucchiaio d’olio e infornare a 220°C per circa 20’, finché la superficie sarà ben dorata. A metà cottura spennellare la focaccia con il condimento di lavanda-olio-olive. SPECIALE!

Note:
-        La ricetta originale non prevede la lievitazione in teglia, e la focaccia viene infornata direttamente con i fiorellini e le olive sopra (ma secondo me si bruciacchiano!). Le olive poi sono tutte sopra, non ce ne sono dentro l’impasto.

La ricetta originale è di Alessandra Gesualdi ed è tratta da ‘il libro del cavolo’ di Sigrid Verbert

5 commenti:

  1. Me la sono già segnata perchè a me le foccaccione mi piacciono un sacco. Ma i fiori di lavanda secchi dove li compri?

    Un bacione

    RispondiElimina
  2. Tutte le volte che sfoglio "il libro del cavolo" mi soffermo su questa ricetta, senza poi però farla..però guardando le foto e leggendo la tua versione mi è sorta una domanda "perché alla fine non l'ho mai fatta?!" e siccome non ho trovato risposta, credo che proverò la tua ricetta rimaneggiata, perché effettivamente anche secondo me è rischioso mettere le olive e la lavanda fin dall'inizio.
    Marta

    RispondiElimina
  3. @letiziando: eeehh, siamo della stessa parrocchia :P allora, io li compro in una drogheria molto fornita qui a Udine, un locus amoenus a dir poco. Se non lo trovi in drogheria, prova in erboristeria! :)
    @Marta: sono contenta di averti spinto a provarla, è molto buona!!! :)
    buoni focacciamenti a entrambe! :)

    RispondiElimina
  4. GNAMMETE! Maestra Vivi, ma il miele lo si mette per dar forza al lievito? Senza miele (o simili) viene un mattonazzo? Altra domanda rompina: ma così si appiccicano lavanda e olive all'impasto? Grazie :) CoNunque argh, speravo che saresti stata curiosissima della ricetta di cui ti dicevo per mail (e di potermi quindi pavoneggiare delle abilità altrui) e 'nvece nuuuuu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hei! sisi, il miele ha quella funzione lì :) se lo ometti viene buona comunque, al massimo ci vuole un attimo di tempo in più per la lievitazione :) Così lavanda e olive non si appiccicano granché alla focaccia, però non è particolarmente fastidiosa come cosa :)
      ps - LOL la mail non l'avevo proprio letta XD è passata inosservata tra le notifiche di bloggher e le mille mila più o meno utili newsletter :P

      Elimina