lunedì 7 gennaio 2013

Vellutata piccantina di carote, zucca e agrumi



Sempre per la saga “Bucciola e il rientro dalla terra natìa”, non so come sia per gli altri 'fuori sede' ma a me il passaggio casa in fvg – casa in sardegna mi shakera sempre parecchio. A parte l'incasinamento della routine di cui al post precedente, quando sono lì mi pare sempre di vedere per strada gente di qui e vice versa. Ogni tanto ho il sospetto che il mio cervellino stia partendo per la tangente. E poi ovviamente i primi giorni ho un sacco di nostalgia: quando sono lì mi manca la gente di qui e vice versa. E non dimentinchiamo il lato alimentare della cosa: qui ho troppa nostalgia di bestie allo spiedo, pecorino, e bottarga e mi bastano due settimane nell'Isola per strafogarmi di tanta di quella carne da rischiare un attacco di gotta. Lì invece mi mancano tanto i mille mila tipi di radicchio e ovviamente Lei. La mia amica arancione tutta curve. La mia amata zucca.
Nel mio paesello ogliastrino non si trova una zucca decente manco a pagarla oro, quindi sono stata a secco per due lunghissime settimane. Si lo so, è un miracolo che sia ancora viva. Ovviamente da quando sono tornata ho consumato tipo 2kg di zucca in una settimana, da sola. A parte i grandi classici, la zucca al forno con le patate, in padella o i zucca-rosti, non poteva mancare una vellutata :)
Quando, tempo fa, avevo visto questa ricetta nel blog di Alex mi aveva subito un sacco colpita. La prima volta l'ho fatta tale e quale, poi però ho voluto tentare qualche cambiamento, a parte l'aggiunta di zucca dettata dalla crisi di astinenza, ho fatto cuocere solo metà del succo e l'altra metà l'ho aggiunto fresco alla vellutata. Spaziale! (e così abbiamo anche salvato un po' di vitamina C :) )

Per due persone:

250g carote
250g zucca violina
1 arancia
2 mandarini
½ limone
½ cucchiaio di cipolla tritata
1 rametto di rosmarino
2cm di zenzero fresco
1 cucchiaio di olio evo
1 peperoncino secco
sale


Pelare le carote e pulire la zucca, quindi ridurle in cubetti. Spremere l'arancia, il limone e il mandarino, mescolare insieme i succhi e tenere da parte. Scaldare l'olio in una pentola e rosolarci la cipolla con il rosmarino, il peperoncino spezzettato e lo zenzero. Eliminare il rosmarino, aggiungere le verdure e rosolarle, mescolando bene. Aggiungere la metà del succo degli agrumi, coprire e cuocere a fuoco dolce per 20' o finché le verdure saranno tenere (se necessario aggiungere un po' d'acqua). Spegnere il fuoco, quindi aggiungere il restante succo di agrumi, frullare il tutto, regolare di sale e servire, decorando con qualche scorzetta. 

3 commenti:

  1. uuh m'incuriosisce parecchio il contrasto di sapori qui,le verdure dolci con l'asprino dell'agrume e la nota piaccante! buona!;)
    buon 2013 in ritardo e un bacio!

    RispondiElimina
  2. Ne sa! Ha davvero un sapore particolare, mi è piaciuta molto e la vedo un sacco bene anche in bicchierini, come antipasto:)
    peanut grazie per gli auguri :* e buon anno! :)

    RispondiElimina